sabato 8 dicembre 2012

MAI AMMETTERE DI AVER SBAGLIATO

Non so voi, ma io preferisco mille volte quelli che una volta realizzato che hanno fatto una gaffe lo riconoscono e smettono di fracassarti i marron glacè, invece di andare avanti a ripetere "no no io  facevo giusto, è il pc che non andava!"



... squilla il telefono...

Io: HelpDesk sono Nick

Utonta: Ciao, io ho un problema con Outlook, se ti colleghi ti faccio vedere

Io: Ok, dimmi l'IP

Utonta: X.X.X.X

Io: Eccomi, vediamo...

Utonta: Vedi se io apro una mail per leggerla, poi clicko qui per chiuderla e mi sparisce Outlook!!!

Spieazione:

L'utente apre la mail a schermo intero, clicka sulla X per chiudere e si chiude pure Outlook... Non serve certo essere dei tecnici per capire che questa geniaccia ha clickato 2 volte anzichè una, chiudendo quindi prima la mail e subito dopo il programma.

Io allora le riapro Outlook, riapro la mail, chiudo la mail..e magicamente Outlook rimane aperto...

Utonta: Ma... Come hai fatto???

Io: Devi clickare una volta sola... se clicki 2 volte si chiude prima la mail..click... e poi il programma...click... vedi?

Utonta: .......Ma io clickavo una volta!

Io: Mi sembra strano... vedi... se clicko 2 volte di seguito... click click... si chiude come faceva prima.... se invece clicko una volta sola... si chiude solo la mail...

Utonta: No ma ci deve essere qualcosa che non va

Io (penso): Si, quel qualcosa sei tu

Io (dico): A me pare che funzioni bene... vedi.. faccio altre prove con altre mail... e tutto funzione correttamente.

Utonta (per nulla convinta): Mhm.... Mah.... Vabbè grazie allora...

Io: Di nulla...

domenica 4 novembre 2012

COME VEDIAMO GLI UTONTI


Direi che l'immagine è piuttosto esplicativa.
Oggi vi posto dei piccoli pezzi di conversazione più o meno recenti tra me ed i miei colleghi con degli utonti, giudicate voi:


1) Vista a lunga distanza

Utonto: ... quindi siamo in attesa che intervenga il tecnico, ma io mi domando; non è che magari il problema è che semplicemente c'è qualche cavo staccato sull'etichettatrice?

Collega: Beh si è possibile...

Utonto: Tu da li puoi verificare?

Collega: Io??

Utonto: Si

Io: Mi stai chiedendo se io, al telefono, posso vedere se c'è un cavo staccato dalla tua etichettatrice nel tuo magazzino????

Utonto: Si

Collega: Eh no che non posso...


2) L'alfabeto è un'opinione

Io: Quale account ti devo sbloccare?

Utonta: Ti faccio lo spelling.... O come Ancona...

Io: O_O


3) L'alfabeto è un'opinione 2 la vendetta

Collega: Ok, dimmi la sigla del teminale

Utonto: Allora... doppia-vu ... però doppia-vu normale, non quella doppia...

Collega: ....quindi vi come Verona?

Utonto: Si esatto


4) Poteri telecinetici

Io: Prova a staccare e riattaccare il cavo

Utonto: Ehm... Ma questa è un'operazione che puoi fare tu da lì?

Io: Staccare e riattaccare un cavo... telefonicamente???

Utonto: Si

Io: Direi di no....


5) La rete sta su anche senza gli apparati

Utonta: ... quindi non c'è più corrente il sala CED, ma vabbè per quello abbiamo già chiamato l'elettricista, solo che adesso abbiamo tutti i pc che non si collegano in rete...

Collega: Se non c'è corrente in sala CED è normale che non abbiate rete

Utonta: Hahaha... dai seriamente aprimi un ticket

Collega: No non sto scherzano, finchè gli apparati di rete sono spenti i computer non si connetteranno mai...

Utonta: Hahahaha... si si come no... dai seriamente, che siamo bloccati

Collega: No seriamente non posso farci nulla se il problema è elettrico...


giovedì 1 novembre 2012

LA BESTIA NERA DEGLI UTONTI...

...Ovvero... i cavi!!
Come già detto più volte in passato, gli utonti hanno un'inspiegabile avversità verso i cavi in generale. È inutile chiedere ad un utonto di controllare che un cavo sia collegato... non lo farà MAI... Hanno troppa paura... mi chiedo come facciano a mettere in carica il cellulare ma vabbè...

L'altro giorno mi chiama un'utonta, anche lei allergica ai cavi, ed anche piuttosto indisponente...


...squilla il telefono...


Io: HelpDesk sono Nick

Utonta: Ciao, senti io non riesco a collegarmi ne alla posta ne a $Programma

Io: Dimmi l'IP del computer che mi collego

Utonta: 127.0.0.1

Io: Vuol dire che sei fuori rete, controlla che il cavo sia collegato

Utonta: Si ma il problema è che non mi collego alla posta e a $Programma

Io: Ho capito,non ti colleghi perchè il pc è fuori rete. Controlla il cavo.

Utonta: Qui nessuno ha toccato. Quindi il cavo è attaccato per forza.

Io: Hai controllato?

Utonta: No ma qui nessuno ci mette mano ai cavi.

Io: CONTROLLA-IL-CAVO

Utonta: Mah si... Mi sembrano tutti collegati...

Io (penso): Ok, non ha neanche guardato

Io (dico): No "mi sembra" e no "tutti". Quello di rete, si o no.

Utonta (con tono arrogante): E quale sarebbe il cavo di rete???

Io: Quello che assomiglia ad un cavetto telefonico.

Utonta: Si è attaccato

Io: Anche al telefono?

Utonta: Ma che centra il telefono?? Ah tra l'altro anche il telefono è morto...

Io: Centra perchè se il telefono è spento o scollegato il pc non andrà mai in rete. Quindi se il telefono è spento staccagli e riattaccagli il cavo e dovrebbe accendersi.

Utonta: Ci sono un sacco di cavi!!! Come faccio a capire qual'è quello giusto!?!?!?

Io: Ce ne sono 3; uno va alla cornetta, uno al pc, uno "al muro". Stacca e riattacca quello che va al muro.

Utonta: Questo l'ho già fatto anche con l'aiuto del mio capo. Ma non si accende, è proprio morto il telefono.

Io (penso): E ti aspetti che io ci creda?

Io (dico): Ok allora ti devo aprire un ticket per sostituire il telefono. Nel frattempo prova a collegare il pc direttamente alla torretta a muro ed almeno quello dovrebbe andare.

Utonta: E come faccio!?!?!?!?!

Io: Stacchi il cavo che va dal muro al telefono, e lo attacchi al pc al posto di quello che attualmente lo collega al telefono...

Utonta: Sul pc non c'è nessun buco dove possa attaccarlo!

Io: Ripeto, devi staccare quello che c'è già

Utonta: Non c'è

Io: Non è possibile

Utonta: Invece non c'è!!!!!

Io (penso): Basta ci rinuncio, affari suoi se non può lavorare...

Io (dico): Allora ti apro il ticket. Non posso fare altro.

Utonta: Ma quanto ci vuole?!?!?!?! Perchè IO devo lavorare!!!!!!!!

Io: Appunto per questo ti dicevo di collegare il pc direttamente al muro.... Almeno potevi lavorare...

Utonta: Ma non c'è nessuna porta dove mettere il cavo!!!

Io: Sto parlando dello stesso cavo e stessa porta che ti ho chiesto di controllare all'inizio della chiamata...

Utonta: Non c'è!

Io: Allora ti apro il ticket.

Utonta: Quindi io devo stare qua chissà quanto tempo ad aspettare che qualcuno intervenga?!?!?!?!?!

Io: Si.

Utonta: ......


Finalmente la chiamata finisce... ma dopo circa 2/3 ora un mio collega mi dice:

Collega: Nick, ti ho chiuso il ticket di Utonta...

Io: Hanno risolto?

Collega: Si, dice che hanno risolto loro da soli...

Io: Toh... Forse presa dalla disperazione si è finalmente decisa a controllare i cavi....

sabato 13 ottobre 2012

QUANDO CI SI METTONO ANCHE GLI SVILUPPATORI

Copia-incollo una mail di un'utonta:


From: utonta @azienda.com
To: helpdesk @azienda.com

PROBLEMA NON BLOCCANTE $Programma
MA DI URGENTE RISOLUZIONE

Gentili Colleghi
richiedo apertura ticket in quanto in fase di masterizzazione cliente $Cliente sul PC  PCNAME123  si e' presentato il seguente errore :

THIS WINDOW WAS DESIGNED TO BE LEFT OPEN ALL THE TIME !
IF YOU CLOSE IT DOWN YOU'LL MISS OUT ON A LOT OF INFORMATION/WARNING/ERROR MESSAGE THAT ARE POTENTIALLY VERY IMPORTANT.
ARE YOU SURE THAT YOU WANT TO PLAY LIKE AN OSTRICH AND BURY YOUR HEAD IN THE SAND?

                       YES or NO

Ringrazio e saluto.
Utonta


Per chi avesse problemi con l'inglese, traduco il messaggio di errore:

Questa finestra è fatta per essere lasciata aperta tutto il tempo!
Se la chiudi perderai molte informazioni/avvisi/messaggi di errore potenzialmente molto importanti.
Sei sicuro di voler fare lo struzzo e nascondere la testa sotto la sabbia?



Dopo aver letto questo, le nostre facce somigliavano a questa:



sabato 22 settembre 2012

IN CHE LINGUA PARLO?

Conversazione con un'utonta di quelle che capiscono al volo quello che gli dici.

Premessa: Recentemente è iniziato un progetto di migrazione dei pc da WindowsXP a Seven. (era ora...) Ma peccato che su questi nuovi PC ci sia praticamente impossibile dare assistenza in quanto sono totalmente sprovvisti di software di gestione remota. Per adesso i PC sono pochi, vedremo come i piani alti decideranno di procedere per permetterci di risolvere i problemi creati dagli utonti senza dover sgozzare galli neri dentro cerchi di sale cantando nel dialetto Swahili Kitumbambu.

Comunque, squilla il telefono:

Io: HelpDesk sono Nick

Utonta: Ciao, senti qua mi hanno appena cambiato il PC, mi hanno dato uno di quelli nuovi con Windows 7

Io: Ok, che problema hai?

Utonta: No, funziona tutto. Solo che mi mancano tutti i miei files e documenti che avevo sul vecchio computer.

Io: Il tecnico ha sicuramente trasferito i files nel PC nuovo, prova a cercarli.

Utonto: Eh non ci sono! Io sul desktop avevo una serie di cartelle...

Io: Guarda nei documenti, oppure nel disco D

Utonta: Eh ma io avevo proprio delle cartelle sul desktop...

Io: Ho capito, ma se non ci sono prova a guardare nei documenti o nel disco D

Utonto: Ma qui non c'è niente, qua sul desktop avevo...

Io: Guarda nei documenti....

Utonta: Ma non ci sono! Ascolta, io avevo tutte le mie cartelle sul desktop

Io: GUARDA-NEI-DOCUMENTI

Utonta: Ma io avevo tutto sul desktop!!

Io: Ho capito che avevi tutto sul desktop ma prova a guardare nei document!

Utonta: Ma io..

Io (interrompendola): GUARDA NEI DO-CU-MEN-TI !!

Utonta: Mmh.... Qua nei documenti c'è una cartella che si chiama "Vecchio PC"....

Io (penso): Pensavo non cel'avrebbe mai fatta...

Io (dico): Controlla che ci siano i tuoi files...

Utona: Si, direi che c'è tutto.

Io: Ok a posto così allora.

Utonta: Ciao

lunedì 6 agosto 2012

LEGGERE NON È REATO

Fresca fresca di pochi minuti fa:

...squilla il telefono...

Io: HelpDesk sono Nick

Utonto: Ciao senti io qua non riesco ad entrare nel sistema.

Io: Quale?

Utonto: $Programma

Io: Che errore ti appare?

Utonto: Non mi fa entrare

Io: Ok ma che errore ti da?

Utonto: Non entra proprio....

Io: Ho capito ma quale errore ti appare a video???

Utonto: Eh mi dice che non va...

Io (cambio tattica): Qual'è il tuo username?

Utonto: utonto1

Io: ... Ti ho riabilitato e messo come password cambiala01 , riprova.

Utonto: Aspetta che provo... un attimo che non sono davanti alla postazione...

Io: Ok....

Utonto: No non va ancora...

Io: Che ti dice?

Utonto: Aspetta che riprovo...

Io: ???

Utonto: No niente non va...

Io: Che ti dice???????

Utonto: Io ho messo login utonto1 e password cambiala01

Io: Ok ma a me serve il messaggio di errore...

Utonto: ...................................

Io: .............................

Utonto: ..................................

Io: ..... Mi dici che errore ti appare?

Utonto: Io metto login e password ma non va.

Io: E che cosa ti dice????

Utonto: Che non va...

Io: CHE-COSA-DICE-ESATTAMENTE-IL-MESSAGGIO-DI-ERRORE??????

Utonto: ..... Facciamo che ti richiamo dal cordless che da qua non lo vedo...

Io: Ok....


Per chi se lo stesse chiedendo: Il programma in questione restituisce errori del tipo "login incorrect" , "user already logged on" , "account disabled"  ed alla peggio, se il PC è scollegato dalla rete "cannot resolve hostname"
Non mi sembra che chiedere chissà quale sforzo...

domenica 8 luglio 2012

AFFIDABILITÀ UTENTESCA (E 2!)

Oggi, cari lettori e care lettrici, torneremo a parlare della grande affidabilità degli utonti.


...squilla il telefono...

Io: HelpDesk sono Nick

Utonta: Ciao, io dovrei aprire un ticket per una stampate guasta.

Io: Che problema ha?

Utonta: Si inceppa la carta

Io: Ok, marca e modello della stampante?

Utonta: È una HP

Io: Modello?

Utonta: Mmh.... sulla stampante c'è scritto un modello, però sul PC è installata con un'altro nome...  quale ti serve?

Io: Sicura che la stampante sia quella?

Utonta: Si ho solo questa.

Io: Allora tel'avranno installata con un driver diverso, comunque mi serve quello che è riportato direttamente sulla stampante.

Utonta: Allora è una P3005X

Io (giusto per essere sicuro): Quindi sulla stampante c'è scritto P3005X??

Utonta: Si

Io: Sicura? Intedo proprio sul dispositivo NON sul PC...

Utonta: Si si è una P3005X!!!

Io: Ok.....


Quindi finisco di prendere i dati e le comunico il numero del ticket.
Ma... il giorno dopo trovo il ticket segnato come "risolto", lo apro ed indovinate un po cosa c'è scritto nella soluzione?

Eccola:

Intervenuti sul posto, riscontrato modello di stampante diverso da quello scritto nella richiesta, è una 2420 e non 3005. si chiude la chiamata e l'utente aprirà un altro ticket con il modello esatto della stampante.

sabato 30 giugno 2012

ASCOLTARE A VOLTE AIUTA

Oggi vi narro di una piccola conversazione con 2 utonte di quelle che sanno ascoltare...


...squilla il telefono...

Io: HelpDesk sono Nick

Utonta1: Ciao, qui abbiamo il tecnico di $Azienda che è venuto ad installare una nuova postazione di ripesatura, e vuole sapere la porta libera del router.

Io (penso): Gli servirà un indirizzo IP da associare alla postazione...

Io (dico): Io non ho questa informazione, avrebbe dovuto dargliela già il "request admin" prima ancora che uscisse....

Utonta1: Quindi?

Io: Quindi dovete chiedere a loro, sono loro che gestiscono le nuove installazioni.

Utonta1 (rivolta alla collega): Dice che non si può fare niente e bisogna richiedere l'autorizzazione all'amministratore per montare la postazione....

Io (penso): Ma cosa razzo hai capito?!?!?!?!?!

A questo punto la collega prende in mano il telefono...

Utonta2: Eh che cazzo!!! Io la richiesta l'ho fatta un anno e mezzo fa, adesso finalmente si sono decisi ad evaderla e tu mi vieni a dire che mi serve l'atorizzazione?!?!?!?!?!

Io: No, veramente non ho detto -

Utonta2 (interrompendomi): E porco di quel Beep! È da un anno che aspettiamo e 'mo serve un'altra autorizzazione?!?!?!?!

Io: Non ho detto questo... ho detto che -

Utonta2 (mi interrompe ancora): Porco di qua, porco di la, aggiungere insulti ed imprecazioni a piacere NDR

Io: Io alla tua collega ho detto solo che non abbiamo questa informaz -

Utonta2 (sempre interrompendomi): Altra serie di imprecazioni varie....

Io (adesso alzo la voce): POSSO PARLARE?!?!?!?!?!!?

Utonta2: Si....

Io: Io alla tua collega ho detto solo che l'informazione di cui avete bisogno non possiamo fornirvela noi come HelpDesk! Avrebbe dovuto fornirla il request admin direttamente al tecnico! La parola "autorizzazione" non l'ho neanche pronunciata!

Utonta2: ........Quindi io chi devo chiamare??

Io: Chiama Tizio che è il responsabile di quel gruppo.

Utonta2: Ok....... ciao...

Io: Ciao...

domenica 17 giugno 2012

LA PASSWORD TUTTA MINUSCOLA

Oggi racconto di 2 piccole conversazioni avute con la stessa utonta, una di quelle che vivono in un mondo tutto loro dove anche se una cosa è tecnicamente impossibile, a loro funziona lo stesso...


...Squilla il telefono...


Io: HelpDesk sono Nick

Utonta: Ciao sono Utonta, io non riesco più ad entrare nel PC, non accetta la password.

Io: Mi dici che password hai che te la resetto?

Utonta: paperino*75

Io: Riprova adesso

Utonta: Non va... ah dimenticavo, la password è tutta minuscola!

Io: Non è possibile...

Utonta: Si invece!

Io: No, per policy di dominio la password deve avere almeno una maiuscola, io adesso ti ho messo la P maiuscola. (tenere bene a mente quanto in grassetto NDR)

Utonta: Ma io prima cel'avevo tutta minuscola

Io: Ripeto, non è possibile.

Utonta: Ti garantisco che l'ho SEMPRE avuta tutta minuscola!

Io: Ed io ti garantisco che non è tecnicamente fattibile... se provassi a metterti una password che non rispetta le policies mi darebbe errore.

Utonta: Invece io ti assicuro che ho sempre avuto password minuscole. E comunque adesso anche con la maiuscola non entro.

Io: Dimmi la sigla del PC.

Utonta: PCNAME001

Mi collego in remoto, inserisco username e password, e magicamente entro nel PC...

Utonta: Come hai fatto?

Io: Ho messo semplicemente la password Paperino*75 , con la P maiuscola... (tenere sempre a mente il grassetto NDR)

Utonta: Vabbè grazie ciao...


Ma ovviamente mica poteva finire qui... dopo un paio d'ore richiama e la becco sempre io... lei però a quanto pare non mi ha riconosciuto...


Io: HelpDesk sono Nick

Utonta: Ciao sono Utonta, ho già chiamato prima perchè non entravo nel PC ed un tuo collega mi ha resettato la password e poi è riuscito ad entrare ma adesso non funziona ancora....

Io (faccio finta di nulla): Che password ti ha messo?

Utonta: paperino*75 ... tutto minuscolo (notate anche voi che qualcosa non quadra? NDR)

Io: Non è possibile, deve avere almeno una maiusc..

Utonta (interrompendomi): Si lo so lo so.... lo diceva prima anche il tuo collega ma si sbagliava anche lui..

Io: No, tu ti sbagli... la password di dominio non può non avere almeno una maiuscola...

Utonta: Si lo so che è sbagliato ma io prima cel'avevo minuscola...

Io: Non è che è sbagliato, non è proprio tecnicamente possibile...

Utonta: Fatto sta che io l'ho sempre avuta minuscola. E prima il tuo collega mel'ha resettata mettendomela sempre minuscola.

Io (penso): Ok, questa è peggio di Homer Simpson quando lecca le rane...

Io (dico per tagliare corto): Fammi collegare al PC.

Utonta: PCNAME001

Io: Ok ti vedo, metti la password con la P maiuscola...

Uonta: Vedi che non va lo stesso??


A questo punto prendo il mouse, cancello username e password e le metto il cursore sul campo dello username..


Io: Scrivi qui la password

Utonta: Lo username semmai....

Io: No, la password

Utona: Ma qui ci va lo username

Io: Si, tu però scrivi la password.

Utonta: Perchè?

Io: Perchè nel campo della password di caratteri vengono nascosti...

Utonta: E quindi?

Io: E quindi voglio vedere cosa scrivi...

Utonta: Ah non ti fidi???

Io: No....


L'utonta quindi scrive la password... sbagliata.... ovvero Paperino]75 anzichè Paperino*75

Io: Per forza non va... hai messo la parentesi quadra al posto dell'asterisco...

Utonta: Eh...

Io: Eh...

Utonta: ..............

Io: ....................

Io (penso): Tagliamo corto.. se le dicessi che non deve usare ALT GR ma lo SHIFT mi risponderà che lei "ha sempre fatto così"...

Io (dico): Prova ad usare l'asterisco che c'è nel tastierino numerico...

Utonta: Vediamo....... si funziona!!!

Io: Ok a posto...

Utonta: Perfetto ma se io volessi cambiare la password come faccio?

Io: Vai sul sito intranet, c'è il link per modificarla

Uonta: Ok ricapitolando deve avere 8 caratteri, almeno un numero...

Io: Ed ALMENO UNA MAIUSCOLA...

Utonta: Ok grazie....



Avrà capito adesso???

domenica 3 giugno 2012

SEI TU IL PROBLEMA

Da un po di tempo, sono state installate delle nuove stampanti laser. Queste stampanti hanno la particolarità di non aver bisogno di essere installate sui pc e di avere incorporato un lettore per il badge. In pratica gli utenti hanno un'unica stampante "fittizia" installata sul computer, lanciano una stampa su questa coda e poi vanno fisicamente su una qualsiasi di queste stampanti e passando il loro badge personale il documento viene stampato.

Non è un'idea stupida, se si rompe la tua stampante nessun problema, puoi stampare su qualsiasi altra. Le stampe lanciate vengono pure tenute in memoria su server per 30 giorni, e quando il toner sta per esaurirsi viene inviata automaticamente una mail di notifica all'ufficio acquisti.

Non male vero? Queste stampanti sono talmente intelligenti da esserlo persino di più di chi le deve usare. (gli utonti)

Inutile dire che all'inizio è stato un gran casino, in quanto gli utonti non riuscivano ad associare i loro account al badge. Si tratta di una semplice e rapida operazione da eseguire direttamente dalla stampante, è stata pure inviata una giuda a prova di idiota... ma secondo voi qualcuno l'ha letta?

Ovviamente no.

L'altro giorno un collega riceve una chiamata di un'utonta con un "problema" con queste stampanti... o forse dovrei dire che era la stampante ad avere problemi con lei...


...squilla il telefono...


Collega: HelpDesk sono Collega!

Utonta: Ciao, io ho appena cambiato il badge perchè si era smagnetizzato, non apriva più le porte. Adesso ne ho uno nuovo e dovrei associarci la mia login per poter stampare, ma se ci provo mi dice che sono già registrata.

Collega: Ok, quando ti dice che se già registrata, a display appare la voce "un-enroll" , devi selezionarla e poi ripetere l'operazione di registrazione.

Utonta: Aspetta che ci provo... rimani in linea sono proprio davanti alla stampante.

Collega: Ok.

Utonta: Eh.. io lo faccio ma se provo a ri-registrarmi mi dice che la password è sbagliata.

Collega: Devi mettere login e password di accesso al computer.

Utonta: Si lo so, ma non la prende.

Collega: Sicura di averla scritta giusta? Con la maiuscola ed il numero?

Utonta: Si!

Collega: Mm... un attimo solo...

Collega (rivolto a me): Nick, ho una che non riesce a registrare il badge, dice che la password è sbagliata.

Io: Dai non fare l'utente..... se dice che è sbagliata allora è sbagliata!

Collega: Lei è sicura di averla messa giusta...

Io: Magari è scaduta... prova a resettargliela. Ah e prova a farle spegnere e riaccendere la stampante, a volte se rimangono troppo tempo accese fanno strani scherzi...

...Il collega fa fare queste prove all'utonta, ma niente da fare....

Collega: Niente, gliel'ho fatta inserire almeno 30 volte ma non va... che faccio?

Io: A questo punto non so che dirti... aprile un ticket...

Collega: Ok...


Il collega le apre il ticket e tanti saluti.

Arriva quindi l'ora della mia pausa pranzo, faccio per uscire e incontro un tecnico dei nostri "secondi livelli" in corridoio che mi dice (scherzano ovviamente):

TecnicoDiSecondoLivello: Devo andare a picchiare Collega...

Io: Ti direi di dargliele anche da parte mia, ma posso sapere perchè?

TDS: Mi ha aperto un ticket per una che non si registrava con il badge....

Io: Ah si ho sentito... diceva sempre che la password era sbagliata...

TDS: Eh certo che era sbagliata... quella stordita ha le unghie talmente lunghe che premeva più tasti contemporaneamente!!!!!! Ho dovuto fargliela digitare con una penna!!!

domenica 27 maggio 2012

IMPARA IL TUO LAVORO PRIMA DI INSEGNARMI IL MIO

Tempo fa, gli utenti avevano cominciato a inoltrarci delle "strane" segnalazioni.
Per la precisione, ci chiamavano perchè non riuscivano ad accedere ad un programma web, al quale si accede solitamente con una login/password dedicata appositamente a quel programma. Invece gli utenti "come da nuove istruzioni" usavano la login e password per accedere a windows.

Questa per noi era una novità... e non ne sapevamo niente. Infatti dicendo agli utenti di entrare con il "solito metodo" funzionava tutto alla grande.

Finchè non ci arriva una mail di una utonta_manager:

/////////////////
From: utonta_manager @azienda.com
To: helpdesk @azienda.com
Subject: Problemi di accesso al $ProgrammaWeb - URGENTE PER FAVORE
Importance: High

Ciao a tutti,
come da nostre procedure operative prevediamo che tutti i terminal accedano al tool centrale $ProgrammaWeb al link:

link del tool

per preallertare le spedizioni di merce pericolosa

A partire dal giorno/mese centralmente hanno cambiato l’accesso e ci hanno comunicato che si poteva entrare solo con la password di windows, abbiamo dato questa informazione ma pare che non funzioni

I colleghi del terminal mi hanno avvisato in questi giorni che sono riusciti a risolvere il problema soltanto contattando l’help desk e facendosi riattivare la login che utilizzano e facendosi cambiare la password.

Mi potete per favore dire se posso dare delle istruzioni generali di cosa fare o se posso dire loro di contattare voi nel caso abbiano ancora difficoltà di accesso?

Grazie mille
Ciao
Utonta Manager
/////////////////


Aha.. ecco dunque di chi è la colpa.
Il mio boss mi dice di aprire un ticket al DataCenter di Praga (essendo appunto una modifca fatta "centralmente") come richiesta di informazioni.

Nessun problema, essendo quello che ha ricevuto più segnalazioni a riguardo ho capito bene cosa è stato comunicato agli utenti, e non ho nessun dubbio che l'unico problema sia questa utonta che ha girato le info ai vari terminals.

Apro quindi il ticket e fornisco il numero all'utonta.
Il giorno successivo finalmente Praga mi risponde, e mi informa che semplicemente è stata modifcata la modalità di autenticazione di $ProgrammaWeb: prima usava LDAP, adesso usa Active Directory. Essendo però LDAP e AD sincronizzate questa modifica non ha nessunissimo impatto.

Quindi mi preparo una bella spiegazione dettagliata a prova di idiota:

/////////////////
From: helpdesk @azienda.com
To: utonta_manager @azienda.com
Subject:
Problemi di accesso al $ProgrammaWeb - URGENTE PER FAVORE

Buon giorno,
Praga ci segnala quanto segue:

this was due to Change request number XXXX , change from ldap to AD authentication for all ITSS applications.
They can continue to use the old generic accounts or any other AD account (but then access request must be filled in), this can be done via the login page)


In pratica è stata variata la modalità di autenticazione di $ProgrammaWeb. Prima utilizzava LDAP (credenziali di posta elettronica) adesso invece Active Direcotry (credenziali di Windows).
Gli accounts generici di $ProgrammaWeb (come tutti gli accounts in generale) sono presenti sia in LDAP che AD e le password sono sincronizzate tra loro, quindi al lato pratico non cambia nulla. Gli utenti possono continuare ad utilizzare queste logins.

Se invece qualcuno necessita di utilizzare una login diversa, come ad esempio quella personale, può farlo ma è necessario prima richiedere l'abilitazione al Tool tramite la funzione "User Login Request" presente nella pagina di login.


Cordiali saluti,
HelpDesk
/////////////////


Olè, fatta chiarezza.
Ma il sollievo è di breve durata, infatti la mia risposta era prova di idiota.... ma a quanto pare non a prova di utonta:

/////////////////
From: utonta_manager @azienda.com
To: helpdesk @azienda.com
Cc: responsabile_helpdesk @azienda.com ; capo_del_reponsabile_helpdesk @azienda.com ; capo_del_capo_del_responsabile_helpdesk @azienda.com
Subject:
Problemi di accesso al $ProgrammaWeb - URGENTE PER FAVORE
Importance: High


Non ci siamo capiti, nessuno necessita di utilizzare una login diversa da quella già utilizzata nel passato, e quindi non serve alcuna nuova abilitazione.
Sembra invece che le password di LDAP ed AD non siano più sincronizzate tra loro in seguito alla modifica apportata centralmente, e solo i colleghi che hanno autonomamente contattato l’HelpDesk per farsi resettare la password sono poi riusciti ad accedere al tool.
La mia segnalazione era quindi solo per avvisare che avremmo dato questa istruzione ai colleghi nei terminal, aprire chiamata all’HelpDesk per resettare la password del profilo da sempre utilizzato e risolvere il problema in questo modo.
L’alternativa proponibile era che Voi aveste un sistema per effettuare questa attività globalmente senza bisogno di aprire 80 chiamate, ma se la strada non è percorribile procediamo in altro modo.
Attendo gentilmente vs feedback, per domani ho la necessità di avvisare i terminals
Grazie e ciao
Utonta Manager
/////////////////


Cosa cosa cosa????
Allora, innanzitutto non è che non ci siamo capiti... "centralmente" ti hanno dato una comunicazione, TU non hai capito una mazza di quello che ti hanno detto e hai diffuso un'informazione errata agli utenti, sempre TU hai chiesto spiegazioni a noi che non sapevano una cippa di tutto ciò, noi ti abbiamo risposto spiegandoti per bene come stanno le cose e TU che nuovamente non hai capito un tubo catodico della spiegazione e vieni pure a sostenere che sono io a non aver capito mettendo pure in copia il mio capo, il suo capo ed il capo del suo capo???

La cosa alla fine si è conclusa come doveva... ovvero uno dei boss in copia le ha risposto per le rime facendole notare "forse" il problema è nato dalla sua comunicazione non proprio chiara e non dalle modifiche fatte centralmente...

sabato 19 maggio 2012

LAMENTATI CHE IL CIEL TI AIUTA...

Ieri mi è capitata una piccola conversazione con la classica utonta convinta che alzando un po la voce e lamentandosi di problemi inesistenti si risolve tutto...


...squilla il telefono...


Io: HelpDesk sono Nick

Utonta: Ciao, io non riesco ad entrare su $Programma

Io: Che errore di da?

Utonta: Mi dice login o password errata, ma è giusta!

Io: La tua login qual'è?

Utonta: $login , e la password è $password


Io: Di solito su $programma si accede con una login generica, non quella personale.

Utonta: Si infatti è la prima volta che cerco di entrare con la mia, ma sono stata bilitata!

E qui mi viene in mente la canzoncina del Trio Medusa delle Iene: "Questa è proprio una ca...."

Io: Ti resetto la password.. magari è semplicemente scaduta...

Utonta: Ok...

Io: Prova ora, la password è sempre quella.

Utonta: Non va...

Io: Ma sei proprio SICURA che sei stata abilitata???

Utonta: ............

Io: .........

Utonta: ....... Puoi abilitarmi tu???

Io (penso): Non avevo dubbi...

Io (dico): No, non le facciamo noi le abilitazioni.

Utonta: MA DAIIIIIIII!!!!!! MI SERVE!!!!!! DEVO FARE UNA COSA PER UN CLIENTE!!!!!! URGENTISSIMA!!!!!!

Io (penso): Ah beh allora cambia tutto... di colpo è diventata una cosa di mia competenza... e non solo mi viene donato dal nulla l'accesso a $Programma (che non ho) ma mi arriva pure l'abilitazione per creare nuovi accounts...

Io (dico): Ma non puoi usare la login generica di filiale?

Utonta: Ma come faccio?!?!?!?!?!?!

Io: Inserisci login e password è clicki su "accedi"?

Utonta: Ma sono dentro la PC con la mia personale!!! Dovrei spegnere tutto e rientrare con quella generica!!!!

Io: No, basta che la inserisci su $Programma , non centra niente come ti sei loggata nel PC...

Utonta: Eh?!?!?!?!?!?!?!?!?!?

Io (penso): Ma che ho detto di difficile???

Io (dico): Basta che le inserisci!

Utonta: Vediamo..... si funziona!!!

Io (penso): Toh... che strano....

Io (dico): Oki, a posto quindi??

Utonta: Si a posto!

mercoledì 25 aprile 2012

IL PROXY CHE DEVE CHIUDERE

Piccola conversazione con un classico utonto-cacaminchia...

...squilla il telefono...

Io: HelpDesk sono Nick

Utonto: Ciao, mi servirebbe che mi avvii Internet Explorer come amministratore sul PC di un mio collega perchè devo mettergli il SuperProxy, solo che con la sua utenza le opzioni sono bloccate.

Spiegazione:
Tutti i proxy aziendali hanno (ovviamente) una serie di blocchi, onde evitare che gli utonti vadano a "lavorare" su siti tipo FacciaLibro, TuTubo ecc...
Esiste però un proxy con molti meno filtri gestito dai colleghi di Praga ed in uso quasi esclusivamente al reparto IT. Ovvero gli utenti non dovrebbero neanche sapere che esiste.. ma vabbè...

Io: Non si può...

Utonto: Perchè?

Io: Non puoi mettere il SuperProxy, è contro le policies aziendali.

Utonto: Fa niente, devo metterlo altrimenti il collega non va in Internet.

Io: Se non va in Internet deve fare richiesta per l'abilitazione al proxy locale.

Utonto: Io invece voglio mettergli il SuperProxy.

Io: Non si può...

Utonto: Ma a me l'avete messo!

Io: Chi??

Utonto: Mel'ha messo TecnicoSpecialista

Io: Ok, TecnicoSpecialista è andato contro le regole.

Utonto: Bene, quindi facciamolo.

Io: No, quindi il tuo collega fa la richiesta.

Utonto: Ma perchè non può avere il SuperProxy???

Io: Perchè come ho già detto, è contro le policies.

Utonto: Allora voglio chiudere il SuperProxy!

Io (penso): Certo, basta la tua parola... credici...

Io (dico): Ma anche no...

Utonto: Ma scusa, se non deve essere utilizzato cosa esiste a fare?? Bisogna chiuderlo!!!

Io: No, non deve essere utilizzato DAGLI UTENTI... non è che non ha motivo di esistere...

Utonto: Ma se non bisogna usarlo allora va chiuso!!

Io: Viene usato invece... ma NON dagli utenti.

Utonto: Scusa eh... ma se non va usato dagli utenti allora è da chiudere...

Io: No... è in uso da Praga e dall'IT per dei test.

Utonto: Ma non dovrebbero usarlo neanche loro.. se è vietato...

Io: Ripeto, è vietato agli UTENTI...

Utonto: Ma allora...

Io: Senti è inutile che insisti. Io il SuperProxy non te lo metto. Punto.

Utonto: ............

Io: Serve altro? Che NON riguardi il proxy???

Utonto: Lasciamo perdere... ciao....

sabato 31 marzo 2012

MA PER CHI MI HAI PRESO?

Piccola conversazione tra un mio collega ed un utonto:

...squilla il telefono...

Collega: HelpDesk sono Collega

Utonto: Ciao, ascolta io ho un problema con Outlook, praticamente mi rimane sempre su offline

Collega: Dimmi l'IP del computer

Utonto: 127.0.0.1

Collega: Questo IP indica che il pc è fuori rete, controlla che il cavo sia collegato

Utonto: Ma si che è collegato....

Collega: Hai controllato?

Utonto: No ma figurati se vado a staccare il cavo!!! Ci sarà qualche altro problema!

Collega: Controlla per favore... in questi casi il 99% delle volte è il cavo...

Utonto: Ma va!! Ma per favore!!! Ma per chi mi hai preso!?!?!?!?! - CLICK - Mica sono così deficiente da staccare il cavo senza motivo e dimenticarmelo!!!

Collega: Cos'è stato quel "click" ?

Utonto: Niente... Comunque vedo che adesso invece funziona...

Collega: Ok, meglio così...

Utonto: Ma cosa può essere successo? Perchè prima non andava?

Collega: Non saprei... sicuro che il cavo era collegato bene?

Utonto: Ma certo!! Mica sono idiota!!!

Collega: Allora non lo so...

Utonto: Vabbè dai.. a posto... ciao..

Collega: Ciao...

Ma poco prima che l'utonto riagganciasse la cornetta si sente:

Utonto: Oh ma chi cazzo è stato a staccare il cavo di questo pc?!?!?!?!?!



Epic fail per l'utonto!

venerdì 23 marzo 2012

NON TI LEGGO NEL PENSIERO


Fresca fresca di pochi minuti fa:


Squilla il telefono...

Io: HelpDesk sono Nick

Utonto: ..........

Io: Pronto?

Utonto: ...............

Io: Prontoooo???

Utonto: Si

Io (penso): Si cosa???

Io (dico): Mi senti?

Utonto: Si

Io: .........

Utonto: ..........

Io: .........

Utonto: ..........

Io: Dimmi....

Utonto: Io sono già in linea con voi.

Io (penso): Si, stai parlando com me...

Io (dico):  Eh? In che senso?

Utonto: Che sono già in linea con voi. Se non tu con un tuo collega.

Io: Ma cosa intendi con "già in linea" ?

Utonto: Che c'è qualcuno di voi che lavorando in remoto sul mio pc. Mi ha lanciato la pulizia del disco.

Io: ...

Utonto (quasi arrabbiato): Quindi?!?!?!?!?!?!?!

Io: Tu sei?

Utonto: Utonto

Io: Attendi in linea...

Io (rivolto ai colleghi): Qualcuno era al telefono con Utonto?

Collega: Si io, è caduta la linea. Passamelo pure..

Io: Ok arriva....



Dico io, ma presentarsi no? Dire chiaramente qualcosa tipo "ero al telefono con qualcuno ma è caduta la linea" anzichè una scena muta seguita da una frase senza senso?
Meno male che è venerdì.

lunedì 19 marzo 2012

QUANDO L'UTONTAGGINE DIVENTA CONTAGIOSA


Vi ricordare di quel geniale utonto di questo post?:  LINK

Ecco, credo abbia fatto proselitismo...

Oggi ci arriva una mail da un'altro utonto:


//////////
From: utonto2 @azienda.com
To: helpdesk @azienda.com
Subject: FW: Message from "***"

Potete intervenire su pc del collega perchè ha la posta bloccata.
IP n. X.X.X.X

Saluti

Utonto2
//////////

Con in allegato un file PDF, di cui vi incollo una piccola parte:




Notate anche voi una piccola somiglianza? Quale mostruosa procedura avrà usato per ottenere quel file allegato?

Piccolo aiutino, la mail di Utonto2 era un forward di una mail di Utonto con scritto:


Questo E-mail è stato inviato da "***" (Aficio MP 2852).
Data scansione: data/ora (+0100)



Ebbene si... la prima mail è stata inviata con uno scanner...
E vi garantisco che NON si tratta dello stesso utonto dell'altro post.

Ma io mi chiedo... possibile che neanche il collega che ci ha inoltrato la mail si sia posto qualche quesito?

domenica 4 marzo 2012

UNA COSA DAVVERO IMPORTANTE

Qualche giorno fa, entra nel nostro ufficio il responsabile del gruppo che gestisce il Network:

ResponsabileNetwork: Buon giorno a tutti, c'è qualcuno libero?

Io: Eccomi

RN: Ciao Nick, ascolta vi ho appena mandato una mail per l'apertura di un ticket a Praga, in pratica devono sbloccare temporaneamente le policies sul BlackBerry di Tizio per permettergli di installare un software. Ho fatto un inoltro della mail che mi ha mandato lui così avete la richiesta da allegare al ticket.

Io a questo punto cerco la mail, la leggo, rimango un attimino perplesso e lo guardo..

Io: .....

RN: ...

Io: Devo aprire un ticket del genere?

RN: Guarda lasciamo perdere... è da ieri che mi telefona per questa storia, menomale che non gli ho mai risposto. Non so, secondo me la gente più arriva in alto lavorativamente e più si rincoglionisce...

Io: Ok... adesso lo apro...

RN: Grazie...


Probabilmente starete pensando cosa c'è di male nel voler installare un programma sul proprio BlackBerry aziendale... Magari qualche applicazione utile per organizzare al meglio il proprio lavoro... ok in questo non ci sarebbe nulla di male. Ma per farvi capire dove stà l'utontaggine nella sua richiesta vi copia-incollo la mail così com'è arrivata (in inglese):


///////////////
From: tizio @azienda.com
To: responsabilenetwork @azienda.comSubject: temporary disable IT policy on my BB for installing application

RN, could you unlock my BlackBerry for installing Solitaire free software.
It is very useful (for my relax, after meetings) done the fact I’m traveling a lot and I have a lot of spare time in the plane without any connection.

Thanks in advance
///////////////

Nel caso qualcuno avesse problemi con l'inglese traduco:

///////////////
From: tizio @azienda.com
To: responsabilenetwork @azienda.comSubject: temporary disable IT policy on my BB for installing application

RN, potresti sbloccare il mio BlackBerry per installare Solitaire free software.
È molto utile (per il mio relax, dopo le riunioni) considerando anche che sto viaggiando molto ed ho molto tempo libero in aereo senza connessione.

Grazie in anticipo
///////////////


Cioè fammi capire... questo vuole sbloccare il BlackBerry per poter installare il solitario?!?!?!?!!?
Ed ha pure il coraggio di dire che è molto utile??? Per il suo relax???

Che poi uno magari pensa, "massì, una richiesta del genere non verrà mai e poi mai approvata!"

Ed invece è stata fatta... ed anche in fretta.
E sapete perchè? Semplice, ecco cosa compare nella firma delle mails di questo tizio:

Tizio

Vice President Reparto1
&
Vice President Reparto2; Reparto3, Mainland Europe


Per la serie...la legge NON è uguale per tutti.

sabato 25 febbraio 2012

ATTENDIBILITÀ UTENTESCA

A volte sento dire dai non addetti ai lavori cose del tipo "eh ma voi tecnici non credete mai a quello che vi viene detto, sembra quasi che gli utenti lo facciano apposta!!".

Sinceramente... se ci fanno o ci sono non lo so... ma se a volte mettiamo un pochino in dubbio quello che ci viene detto, forse un motivo ci sarà.

E ve lo dimostro con un piccolo esempio: Un'utonta ci scrive segnalando un problema con una stampante. Ovviamente nella mail non era indicato ne il problema, ne la marca ed il modello della stampante.

Quindi passiamo alla solita risposta dove si chiede di indicare tutti i dati necessari all'apertura di un ticket al fornitore, e l'utonta ci risponde con:


Dettagli del guasto: si blocca all'accensione su "initializing".
Marca: HP
Modello: LaserJet 4050

Serial Number: Non c'è


Non avendo modo di verificare la correttezza di quanto dichiarato dobbiamo prendere per buono quello che ha scritto.
Se state pensando qualcosa tipo: "ma si... figuriamoci se l'utonta è riuscita a cannare addirittura il modello della stampante..."

Ed infatti è ancora peggio, non solo ha sbagliato il modello, non ha visto un numero seriale che invece era perfettamente visibile, ma ha pure sbagliato il messaggio di errore visualizzato a display.

Infatti il fornitore aggiorna il ticket in questo modo:

Verificato difetto, a display segnala " MEM TEST FAILURE DIMM 0 "
Comunque trattasi di una HP LASERJET P3005X , Serial XXXXXXXX

È chiaro adesso perchè non è facile fidarsi di un utonto?

martedì 14 febbraio 2012

A PARTIRE DA IERI

Lo so, ultimamente scrivo poco e di rado... ma non temete. Sono ancora vivo e lo sono anche gli utonti. (e chi li ammazza quelli?)
Le storie da raccontare non mi mancano, il tempo per scriverle invece è pochino ma non temete: Il blog è vivo e vivrà.

Dopo questa patriottica introduzione passo a condividere una perla di utentidiozia manageriale.

Ma prima una piccola, grande premessa:

Come più volte accennato, l'azienda è una fusione di tante aziende. Nonostante la fusione le varie sedi sono state divise in 4 "gruppi", a seconda del tipo di servizio che offrono (corriere espresso od altro). Ogni gruppo ha un nome preciso, ma noi li chiameremo semplicemente con le prime lettere dell'alfabeto:

- Alef
- Bet
- Gimel
- Dalet

Se avete capito di quale alfabeto si tratta senza googlare...... mi spiace ma non avete vinto niente. (mica sono Gerry Scotti)

Tornando "seri":

Tenendo presente quando sopra, aggiungiamo che da regolamento ogni volta che viene aperto un ticket d'emergenza dobbiamo anche inviare un "bollettino" tramitte un apposito tool. Il bollettino non è niente più che una mail+sms e serve ad informare i vari Utonti_Dirigenti, Utonti_Manager ed altro utontame dei piani alti del problema.

Ed anche qui ci sarebbe da aprire una parentesi graffa... quando al DataCenter di Praga si sono inventati questa storia del bollettino hanno deciso che a compilarlo ed inviarlo DEVE essere il Manager del team che sta verificando/gestendo il problema. Quindi la cosa non dovrebbe sfiorarci minimamente... ma qui siamo in Italia, ed ovviamente non possiamo pretendere che la gente faccia il suo lavoro, sia mai. Ed infatti dobbiamo inviarlo noi dell'HelpDesk. Il perchè "ufficiale" non si sa.

Prima di chiudere la parentesi graffa ne apro una quadra, la tonda non c'è ma fa niente, il bollettino va inviato solo ed esclusivamente se il programma/server impattato dal problema è in uso presso il gruppo Alef. Per tutti gli altri niente. (ed anche questo vale solo in Italia...)

La cosa ha un qualche senso?
No.

Ha una qualche motivazione organizzativa?
No.

C'è la remota possibilità che abbia una qualsiasi logica?
No.

Ma non possiamo farci nulla, quindi ci attacchiamo al furgoncino che porta i pacchi.

Ma questo valeva fino ad oggi... o meglio fino a ieri... o forse non si sa bene fino a quando.
Oggi arrivo in ufficio poco prima delle 14.00 (ora di inizio turno), e tra le varie mails trovo una comunicazione del nostro capo-ufficio piuttosto inquietante:

//////////
From: capo_ufficio @azienda.com
Sent: martedì 14 febbraio 2012 12.03

Subject: Invio Bollettino

Ragazzi da lunedi 13 Febbraio i Bollettini vanno inviati anche per Bet, Gimel e Dalet.
Ho fatto già la modifica alla guida in rete ma sto ancora attendendo l’ok definitivo da parte di Capo1 e Capo2

Ciao
//////////


A questo punto un dubbio mi sorge spontaneo: Sarà stato un errore di scrittura/distrazione? Meglio chiedere conferma ai colleghi che erano presenti stamattina.

Risposta: No, nessun errore.

Ebbene si, questa "nuova procedura" è in vigore da ieri ma allo stesso tempo non è ancora sicuro.

Notate anche voi un piccolo controsenso? Evidentemente il management no...

venerdì 3 febbraio 2012

IL PROBLEMA ESTETICO

Oggi altra perla utentesca, un utonto che si lamenta di un problema che non esiste.

Ci arriva la seguente mail:

*******************
From: utonto @azienda.com
Sent: venerdì 3 febbraio 2012 9.50
To: helpdesk @azienda.com
Subject: PROBLEMA CARTELLA CONDIVISA ... COSA SI PUO ' FARE ???



Utonto

*******************


La mail era vuota con soltanto uno stamp a video di un client FTP aperto su una cartella.
L’utente lamenta un “problema” ma dall’immagine si vede che l’accesso alla cartella è stato effettuato correttamente: niente messaggi di errore, niente stranezze, niente di niente.

Un mio collega quindi, non essendo purtroppo dotato di poteri telepatici, chiede delucidazioni all’utonto:


*******************
From: helpdesk @azienda.com
Sent: venerdì 3 febbraio 2012 10.15
To: utonto @azienda.com
Subject: RE: PROBLEMA CARTELLA CONDIVISA ... COSA SI PUO ' FARE ???

Buongiorno Utonto,
potresti specificarci meglio il problema?
la connessione FTP sembra funzionare correttamente.

grazie per la collaborazione.

Cordiali saluti.
Help Desk
*******************


Pronti per la risposta dell’utonto???
Eccola:


*******************
From: utonto @azienda.com
Sent: venerdì 3 febbraio 2012 10.22
To: helpdesk @azienda.com
Subject: RE: PROBLEMA CARTELLA CONDIVISA ... COSA SI PUO ' FARE ???

LA PARTE SOTTOSTANTE
NON MI E’ CHIARA
NON MI E’ NORMALE
NON MI PIACE

A DISPO

*******************

Ci rendiamo conto???
Questo si lamenta che non gli piace l'estetica del programma...

Che facciamo??? Apriamo un ticket a Valentino??? O preferisci Armani???

Alla fine interviene il nostro responsabile:

*******************
From: responsabile_helpdesk @azienda.com
Sent: venerdì 3 febbraio 2012 10.34
To: utonto @azienda.com
Subject: RE: PROBLEMA CARTELLA CONDIVISA ... COSA SI PUO ' FARE ???


Buongiorno Utonto,

quella che ci stai segnalando non mi sembra un problema tecnico, ma solo estetico e per questo motivo non possiamo fare nulla.
Rimaniamo a disposizione per segnalazioni su anomalie tecniche o ulteriori informazioni .

Cordiali Saluti
Responsabile Helpdesk

*******************


E miracolosamente l'utonto è stato "comprensivo":

*******************
From: utonto @azienda.com
Sent: venerdì 3 febbraio 2012 11.16
To: helpdesk @azienda.com
Subject: RE: PROBLEMA CARTELLA CONDIVISA ... COSA SI PUO ' FARE ???

OK A POSTO GRAZIE


*******************

E ci mancava anche altro...

sabato 21 gennaio 2012

CHE FATICA...


Che fatica che si fa a volte ad avere le informazioni corrette dagli utonti. Ok, bisogna saper fare le giuste domande mirate ma quando dall'altra parte ti rispondono alla fallo di cane tutto diventa peggio di un parto quadrigemellare:


...squilla il telefono...


Io: HelpDesk sono Nick

Utonto: Ciao io ho un problema con la stampante

Io: Che problema?

Utonto: Non stampo

Io: Da che programma?

Utonto: Da tutti, la posta, word, excel... se può essere utile il portatile è collegato in rete tramite wireless. Forse è per questo...

Io (faccio l'errore di non approfondire): No non centra, dimmi l'IP del computer.

Utonto: X.X.X.X

Io: Ok, ci sono

Utonto: Vedi io lancio la stampa... qui in basso appare l'iconcina della stampante ma non esce nulla...

Io: La stampante è locale o di rete?

Utonto: Cioè?

Io: È collegata direttamente al tuo pc?

Utonto: Si

...Faccio qualche verifica, le stampe andavano in errore in fase di spooling... vado a controllare la coda di stampa e vedo che effettivamente è installata come locale su porta parallela.

Io: La stampante è collegata correttamente?

Utonto: Si

Io: È accesa?

Utonto: Si, è accesa ed in ready

...A questo punto provo a cancellare e reinstallare la coda di stampa ma niente, le stampe vanno sempre in errore. Mi viene quindi un dubbio:

Io: Ma è collegata alla porta parallela oppure a quella USB?

Utonto: Cosa sarebbero?

Io: Il cavo si collega ad una porta grossa e rettangolare oppure ad una piccola ?

Utonto: Piccola e quadrata

Io: Nessuna delle due è quadrata...

Utonto: Cioè no, rettangolare grossa...

Io (penso): Non mi sembra molto convinto... secondo me sta rispondendo ad minchiam...

Io (dico): Ma siamo sicuri che la stampante non è di rete?

Utonto: Come faccio a saperlo?

Io: Fisicamente a cosa è collegata?

Utonto: Non lo so...

Io: Fisicamente... al tuo PC oppure al muro?

Utonto: Mh.. boh...

Io: Controlla grazie....

Utonto: Credo al muro....

Io: Controlla che sia collegata correttamente

Utonto: Si sembrerebbe di si, è collegata al telefono e poi al muro

Io: Eh?!?!?!? La stampante al telefono???

Utonto: Ah no mi sbagliavo, solo al muro.

Io: Quindi è in rete... e sul tuo PC è installata come locale... per questo non funziona... te la devo reinstallare ma mi serve l'IP della stampante

Utonto: Dove lo trovo?

Io: Guarda nel menu della stampante, cerca una voce tipo “stampa configurazione”

Utonto: Non lo trovo....

..E qui seguono altri 5 minuti buoni nei quali non riesco nemmeno a fargli capire come dare l'enter per accedere ai sottomenu, quando decido di arrendermi...

Io: Lasciamo stare... mi puoi dare l'IP di un'altro computer che abbia questa stampante installata? Così mi guardo io l'IP.

Utonto: Devo andare a chiedere nell'altro ufficio... quindi gli chiedo di provare a stampare su una qualsiasi stampante?

Io (penso): Ma in che lingua parlo?

Io (dico): No, mi serve l'IP di un computer che stampa su questa stampante.

Utonto: Ok chiedo a qualcuno di stampare una pagina di prova su questa stampante.

Io: No.... chiedi l'IP di un computer che la usa e basta, non interessa la stampa di prova...

Utonto: Ma la uso solo io questa stampante

Io: Sicuro???

Utonto: Si

Io: Mi sembra un po strano che solo tu utilizzi una stampante in rete.... siamo davvero sicuri che è in rete??? Sei sicuro che è collegata al muro???

Utonto: Mh... pensandoci bene... mi sa che è collegata alla DockingStation...

...E finalmente diventa tutto chiaro...

Io: Quindi la stampante è collegata direttamente alla docking?

Utonto: Si

Io (penso): E perchè allora prima hai detto che era collegata al pc, poi addirittura al telefono e poi al muro????

Io (dico): Ed il PC invece è connesso in Wireless, quindi scollegato dalla docking alla quale è collegata la stampante...

Utonto: Si

Io: Allora è per questo che non va.....

Utonto: Ah quindi cosa devo fare?

Io: Spegni il PC, collegalo alla docking, riaccendilo e vedrai che funziona...

Utonto: Ok adesso allora ci provo.. se ho problemi richiamo....

Io (penso): Spero proprio di non risentirti mai più

Io (dico): Ok...

domenica 15 gennaio 2012

LA TASTIERA FRIGGITRICE


Dopo l'utonta che ha scambiato il pc per un sofficino (LINK), potevamo forse farci mancare l'utonto che ha scambiato la tastiera per una friggitrice?

Ovviamente no, ci arriva una mail:


///////////////////////////////////
From: utonto @azienda.com
To: helpdesk @azienda.com
Subject: UNA DOMANDA,

Buongiorno,

Una domanda curiosa, come mai quando sono sull’applicativo PINCOPALLO utilizzo il tasto invio/return, lo stesso frigge?

Cordially,

Utonto
///////////////////////////////////

WTF?

Ma la cosa più bella è stata una risposta, girata solamente a noi da parte di una persona che era in copia-conoscenza alla mail:


///////////////////////////////////
From: tizio @azienda.com
To: helpdesk @azienda.com
Subject: FW: UNA DOMANDA,


Provate a suggerirgli il Bertolli…



///////////////////////////////////

venerdì 6 gennaio 2012

INGEGNOSITÀ UTENTESCA


A volte mi soffermo ad “osservare” gli utonti, meditare e cercare si capire il perchè di questo o quell'altro strano comportamento... senza trovare mai una spiegazione che abbia un briciolino di logica...

Se anche voi siete amanti dei documentari sulla natura, avrete sicuramente visto almeno una volta un ingegnoso scimpanzè che mangia le termiti o le formiche servendosi di un rametto per prelevarle... ecco magari fossero anche gli utonti a questi livelli.

Ma perchè dico questo? Allora, un utonto ci ha mandato questa mail:

///////////
From: utonto @azienda.com
To: helpdesk @azienda.com
Subject: richiesta
Salve,
dal nostro computer con indirizzo X.X.X.X riusciamo a navigare in internet ma non a ricevere posta. Chiede una password.




Potete cortesemente risolvere?
Grazie.
Utonto
///////////


Ok, miracolosamente la mail è scritta in un italiano comprensibile corredato addirittura di maiuscole e punteggiatura.
Ok, il problema segnalato è una cavolata. Avrà cambiato la password e non si è sincronizzata come si deve, probabilmente basta fare log off e logon e si sistema tutto. Ma l'utente non è tenuto a saperlo.

Quello su cui mi soffermerei è invece lo screenshot...

Ha incollato uno stamp a video su una mail... il che significa che è un'operazione che sa fare... ma notare bene: è storto ed in bianco e nero.

Devo supporre quindi che l'utonto abbia agito nel seguente modo:

1) Stamp a video del messaggio.
2) Ha incollato lo stamp, anziché nella mail, su Word, Paint od altro programma.
3) Stampato il documento

Ma probabilmente il documento gli sembrava un po troppo piccolo, quindi:

4) Ha fotocipiato il documento appena stampato per ingrandirlo (ecco forse perchè è storto)
4.1) Forse ha anche ritagliato il quadratino che gli interessava... (di nuovo, ecco perchè è storto)
5) Scansito/scansionato/come_cavolo_si_dice_in_italiano la fotocopia ottenendo un nuovo file da incollare nella mail.


Forse l'utonto non se ne è reso conto... ma è praticamente tornato al punto 1

Comunque, ultimo step:

6) Incolla il nuovo file ed invia la mail.


La bellezza di 6 passaggi degni della migliore puntata de L'Albero Azzurro (no, non quello di adesso). Per quanto riguarda il punto 4.1 , avrà usato le forbici con la punta arrotondata prese direttamente dallo Scatolone Fabbricone?


domenica 1 gennaio 2012

NON FINISCE QUI...


Oggi vi racconto di una vecchia telefonata tra un utonto ed un mio povero nuovo collega alle prese con le prime chiamate...


...squilla il telefono...


Collega: HelpDesk sono Collega

Utonto: Ciao, io avrei bisogno che mi aumentiate la capacità della mia casella di posta elettronica.

Collega: Mm.. un attimo...

Collega (rivolto a me): Nick, ho uno che mi chiede di aumentargli la quota della mail, possiamo farlo noi?

Io: No, lo fa Praga. L'utente deve fare richiesta al suo referente di business, una volta approvata viene inoltrata al DataCenter.

Collega: Ok grazie.

Collega (al telefono con l'utonto): Per l'ampliamento della posta devi fare richiesta, non le facciamo noi.

Utonto: Eh??? Ma se alla mia collega l'avete fatto voi al telefono?!?!?!

Collega (rivolto a me): Ma mi dice che alla collega l'abbiamo fatto noi al telefono...

Io: Sta dicendo una cazzata....

Collega: Cosa gli dico?

Io: Che non è possibile, è un'operazione che possono fare solo a Praga.

Collega (al telefono): No, non è possibile. È una cosa che fa Praga.

Utonto: Ma per favore!!! Non diciamo falsità!!! Alla mia collega l'avete fatto al telefono!!!

Collega (rivolto a me): Insiste che l'abbiamo fatto noi...

Io: Ripeto, non è possibile. Al massimo noi possiamo avergli impostato Outlook per scaricare la posta in locale... magari l'utente pensa che sia la stessa cosa... prova a chiederglielo.

Collega (al telefono): No non è possibile, noi al massimo possiamo avergli configurato Outlook per scaricare la posta in locale....

Utonto: No no... che posta in locale... gli avete incrementato la memoria su server!!!

Collega: Non è possibile, devi fare una richiesta.

Utonto: Senti, se tu non sei capace passami qualcun altro...

Collega (rivolto a me): Mi ha detto di passargli qualcun altro se non sono capace...

Io: Bene, ti direi di mandarlo cortesemente a fare in culo, ma meglio evitare, comunque non ti preoccupare. Tu continua a ribadire come stanno realmente le cose, se poi lui si arrabbia, strilla o minaccia escalation fregatene. Non siamo noi quelli in torto.

Collega (al telefono): Ascolta non è che non sono capace, è che non è una cosa che possiamo fare noi, ripeto che l'unico modo è fare una richiesta.

Utonto: D'accordo, allora sentirò il mio responsabile! Questa storia non finisce qui!!!

>Tack< gli appende pure il telefono...

Collega: Mi ha detto “questa storia non finisce qui”....

Io: Ahahahaha..... Tranquillo, questa storia non è nemmeno iniziata... fidati...


Ovviamente di tutto ciò non ne abbiamo più saputo niente...